Dire che uno Stato non può perseguire i suoi scopi per mancanza di denaro è come dire che un ingegnere non può costruire strade per mancanza di chilometri - Ezra Pound

Stampa

Per una volta siamo a favore della BCE ma...

Scritto da redazione.

Visco Draghi

Per una volta dobbiamo dare ragione alla BCE per l'approvazione del governo italiano ( e non solo ) della Legge Delega che recepisce la Direttiva UE2013/36 per le modifiche al Testo Unico Bancario in cui si prevede che le perdite delle banche non saranno più a carico dello Stato con soldi pubblici ed ulteriore tassazione ( ricordiamo tutti i 4 miliardi di I.M.U. che servirono per salvare il Monte dei Paschi ) ma saranno a carico dei clienti con depositi superiori ai 100.000 euro e a carico dei detentori di titoli azionari delle stesse banche in perdita. In gergo chiamato Bail-In

Stampa

Banca d'Italia a Renzi: il tesoretto è mio

renzi padoan

 

Parlare di "tesoretto" in un Paese in cui la tesoreria di Stato è gestita dalla Banca d'Italia (socia di chi detiene il Copyright sull'Euro) è da stolti o da ipocriti. Infatti la Banca d'Italia ha subito suonato la sirena "antifurto" dicendo al governo che quel "tesoretto" serve per ripagare quota del debito, quindi lo deve restituire in quanto non sono
soldi 
dello Stato ma i proventi del prelievo fiscale.

Stampa

Come il frigorifero tedesco indebita gli italiani

Scritto da redazione.

indesit

 

di Redazione - 17/4/2015


Il titolo potrà sembrare provocatorio ma quello che scriviamo sono i fatti che descrivono come funziona il sistema di indebitamento degli Stati che genera sempre più ricerca di liquidità per ripagare il debito pubblico attraverso il prelievo fiscale sempre più oneroso.

Stampa

Test di Valutazione

Scritto da domenico lupinetti.


Abbiamo attivato un Test Valutativo composto da 40 domande, ad ognuna si hanno 500 caratteri a disposizione per la risposta. 

Il Test è riservato agli utenti registrati al sito che, dopo il LOGIN, avranno l'accesso al Test nei due menù del sito.

Stampa

Il giudice Barra Caracciolo punta il dito sulla Corte Costituzionale

Scritto da redazione.

Barra Caracciolo

Pubblichiamo l'intervista che Cesare Sacchetti fece a novembre del 2014 al dott. Luciano Barra Caracciolo, Presidente della VI Sezione del Consiglio di Stato, che ha enunciato nel suo libro “Euro e (o?) democrazia costituzionale - La convivenza impossibile tra Costituzione e Trattati europei “ l’incostituzionalità dei Trattati europei, descrivendo l’inefficacia delle politiche di riduzione del deficit pubblico basate sul modello economico neoliberista caro alla Commissione Europea. Politiche che di fatto continuano a precipitare il Paese in una recessione ancora maggiore, con il Governo che puntualmente elabora previsioni di ripresa che fino ad ora non si sono mai realizzate.